Torta di mele Anti Biancaneve

La verità è che non ce l’ho con Biancaneve, povera, da piccola però ho sempre preferito la Sirenetta che un talento ce l’aveva e ha anche preso decisioni non facili nella sua vita (e poi quando ho saputo la storia originale di Andersen la stimo ancora di più). Ce l’ho con quelle che la fanno facile da subito, e tutto viene perfetto anche nelle condizioni più improbabili. Così:

Ok, brave, applausi. Ma poi che vi resta? Sono dell’idea che per un obiettivo bisogna combattere, e che non tutto deve per forza essere perfetto altrimenti sei fuori. La “perfezione” si ottiene con il duro lavoro, ma non è detto che la mia idea di perfezione sia uguale a quella di qualcun’altro. Si cerca sempre di migliorare, è vero, ma mantenendo sempre i piedi per terra e visualizzando obiettivi raggiungibili.

Insomma, questa è una torta per chi, come me, si è trovata ad un certo punto con 5 mele in più nella fruttiera, una delle quali stava iniziando a fare le rughe. Già si sa che non sono una casalinga perfetta, odio gli sprechi e, perchè no?, ogni tanto scrivo una ricetta per rimediare alle mie (e mi sento di dire anche nostre) imperfezioni!

La ricetta della pasta brisée l’ho modificata un po’ rispetto a quella di Julia Child  nel suo libro, perchè preferisco usare solo burro piuttosto di tagliarlo con della margarina (che odio). Ed ecco finalmente la ricetta!

torta anti biancaneve

Torta di mele Anti Biancaneve

Ingredienti per la pasta brisée:

350 farina

160 zucchero

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di zucchero

50-100 ml di acqua fredda

1 cucchiaio di zucchero di canna per la finitura

1 uovo

per il ripieno:

5 mele

4 cucchiai di zucchero di canna

50 grammi di burro

3- cucchiaini di cannella (a piacere)

Procedimento:

Preparare l’impasto mescolando assieme la farina, il sale e lo zucchero. Aggiungere il burro freddo a pezzetti e lavorarlo con le mani o in un frullatore fino a quando si sarà frantumato fino alle dimensioni di piselli. Aggiungere ora, poca alla volta, l’acqua fredda fino a quando l’impasto, premendolo con le mani, rimane compatto. Attenzione però, perchè l’acqua va aggiunta poca alla vota e una volta sbagliato non si può rimediare! Ora si procede formando velocemente una palla di impasto, la si divide a metà e si formano due palline, si schiacciano leggermente a formare dei dischi, si ricoprono con pellicola e si lasciano in frigo da 1 ora a 1 giorno prima dell’ulitizzo. Quando è ora si preleva un disco e lo si lascia stemperare 15-20 minuti prima di stenderlo con il matterello. Nel frattempo si sbucciano le mele, si tolgono i torsoli e si affettano in 8 spicchi ciascuna. Si pongono in una bastardella con lo zucchero, la cannella e il burro a pezzetti. Si stende la pasta e la si adagia in un tegame di diametro 20-24 cm e si ritaglia con una forbice il bordo in eccesso e si rigira il bordo dell’impasto.

Torta Anti Biancaneve step 1

Ora si mettono all’interno le mele, si preleva il secondo disco e si ripetono le stesse operazioni per la stesura, ma questa volta la pasta va appoggiata sopra le mele.

Torta Anti Biancaneve step 2

Si ritagliano gli eccessi di impasto e si decora il bordo premendo con le dita o con i ritagli di impasto. Si mette in frigo e si accende il forno a 180°.

Torta Anti Biancaneve step 3

Quando è in temperatura si preleva la torta dal frigo, si pennella con l’uovo sbattutto con 2 cucchiai d’acqua, si aggiunge lo zucchero di canna e si inforna per 30-35 minuti fino a quando la superficie del dolce è bella dorata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...